Liebster Award 2017

Il Liebster Award è un premio virtuale, un riconoscimento che viene attribuito da alcuni blogger ad altri blogger con lo scopo di dare visibilità a quei blog che sono nati da poco o che comunque non hanno ancora una fitta rete di lettori a sostenerli (quelli con meno di 200 followers).

Per partecipare si deve:

liebster
Liebster Award 2017
  • Pubblicare il logo del Liebster Award sul proprio blog
  • Ringraziare il blog che ti ha nominato e seguirlo
  • Rispondere alle sue 11 domande
  • Nominare a tua volta altri 11 blogger con meno di 200 followers
  • Formulare altre 11 domande per i blogger nominati
  • Informare i blogger della nomination.

Il blog da cui siamo stati nominati e che ringrazio a nome di tutti gli Autori è L’ultimo spettacolo, un cineblog collettivo irrinunciabile per gli appassionati dell’immagine in movimento! Passate a fargli una visita!

Le domande!

Sono nato nell’anno di (indicare un film uscito quell’anno)

  • Ettore Arcangeli: L’anno di Toy Story.
  • Lorenzo Borzuola: Sono nato nell’anno in cui uscì Pulp Fiction. Veramente ci sarebbe anche Il Postino, ma è bello eccitarsi.
  • Lorenzo Cavallo: Sono nato l’anno de L’esercito delle 12 scimmie.

Regista preferito

  • A: Mi piace come Damien Chazelle stia facendo ottimo cinema.
  • B: Tra Kubrick e Leone, nella mia testa, se la contendono. Ma alla fine scelgo sempre Mr. K.
  • C: Paolo Sorrentino.

Due film che mi mandano in sollucchero

  • A: Whiplash -scontato dopo la risposta di prima- e quella meravigliosa cazzata di The Interview. 
  • B: I due film che più mi mandano in sollucchero sono C’era una volta in America e 2001: Odissea nello spazio.
  • C: La Mosca e Il Fantasma dell’Opera.

Il mio guilty pleasure cinematografico

  • A: Eh?! (ricerca su Wikipedia) Ah, ok… direi Vacanze di Natale 2000, l’unico cinepanettone che continua a piacermi nonostante abbia passato i tredici anni.
  • B: Il mio Guilty Pleasure? Non sapevo di averne uno. Ma ora che ci penso bene non saprei proprio.
  • C: Meryl Streep.

Un film che odio

  • AInterstellar, perché il finale non ha senso. Quelli scoprono come muoversi in altre dimensione e la povera nonnina deve morire in ospedale?!
  • B: Ogni film fatto non dev’essere odiato ma rispettato per quello che è, perché può sempre cambiare la nostra visione del mondo. Per questo non odio Kill Bill, proprio non lo posso sopportare neanche dieci minuti.
  • C: Urban Cowboy.

Supereroi, strappalacrime o nessuno dei due?

  • A: Supereroi, ma non troppi.
  • B: Non amo l’idea che debba affidare la mia vita ad un uomo che si cambia in una cabina. Strappalacrime tutta la vita.
  • C: Strappalacrime.

L’attore/l’attrice che quando lo/la vedo… *WOW*

  • A: Emma Stone, che mi ha rapito in Birdman e ha una luce meravigliosa.
  • B: Attori ce ne sono tanti. Troppi. Ma non mi dispiacerebbe perdere per un secondo la mia virilità di fronte a Gianmaria Volontè. Per lo stesso motivo la riotterrei all’istante se dovesse passarmi davanti Meryl Streep.
  • C: Ralph Fiennes.

Morricone o John Williams?

  • A: Morricone!
  • B: Metodi di composizione e uso degli strumenti molto differenti tra i due. Forse perché è davvero un mito, o forse per un fattore patriottico: Morricone per la scelta dei suoi temi, a mio parere, molto più gloriosi e epici di quelli di John Williams.
  • C: Ennio Morricone.

Yasujiro Ozu è: un grande regista giapponese, un condimento simile al wasabi

  • A: Ti sei traditomettendo nome e cognome!
  • B: Potrei spifferare l’altra verità, però mi limito a dire che lo sono entrambi. Sono la stessa cosa e persona.
  • C: Un regista.

Il film che mi vergogno di dire che non l’ho mai visto

  • A2001: Odissea nello spazio.
  • B: Vista l’eccitazione che sempre ne deriva parlandone, me ne sto zitto e annuisco. Non ho mai visto Solaris.
  • C: La corazzata Potëmkin.

Ultimissimo film visto prima di oggi

  • A: Tre uomini e una gamba.
  • B: L’ultimo film visto è, a dire la verità, un documentario, ma lo si gode come un vero bel film: Pino Daniele, il tempo resterà.
  • C: Lawrence d’Arabia.

I blog che consigliamo

  • diserieZero: scrittrice intensa e interessante;
  • PAROLE LORO: pillole d’attualità coronate dalle parole esatte dei protagonisti;
  • Silvia’s Wanderlust: blog di viaggi di  una simpatica ragazza umbra che riesce a fare innamorare di ogni posto che racconta;
  • Garden Tourist: blog di giardinaggio, ammetto di essere stato un po’ snob all’inizio ma la meraviglia della natura che flirta con l’ingegno umano non può che prendere poi il sopravvento;
  • guardandolalunadaunacruna: poesia sublime;
  • Rock’N’Blog: uno sguardo attento e riflessivo su cinema, fumetti e serie tv, e soprattutto sul nucleo tematico del blog, la musica;
  • Travel Diary of Roxy: a great traveller to follow;
  • wwayne: se c’è qualcuno che sa di cinema, scrive in questo blog;
  • ROSSOPEPERONCINO: perché tutti mangiamo, ma non tutti sono capaci di cucinare;
  • Un po’ di pepe: l’identità italiana in Canada spiegata ai canadesi, ma anche a noi italiani;
  • Blondie: una poesia passionale e travolgente come poche.

Le nostre domande!

  1. Un film che ti provoca un riso amaro.
  2. Scrittore preferito.
  3. Un libro, un film o un dipinto che rappresenta al meglio il tuo modo di essere.
  4. La città dove vorresti vivere.
  5. Frontiere aperte o chiuse?
  6. Teatro o cinema?
  7. Sabato o domenica?
  8. Il luogo simbolo dell’infanzia.
  9. Politica o antipolitica?
  10. Are you fake news?
  11. Stand up comedy o Bagaglino?

Ora tocca a voi!

Annunci

10 comments

  1. Già che ci sono rispondo a tutte le domande, anche quelle in cima al post.

    Sono nato nell’anno di (indicare un film uscito quell’anno)
    Il mio piede sinistro.

    Regista preferito
    Dario Argento.

    Due film che mi mandano in sollucchero
    Uno è proprio Il mio piede sinistro, l’altro è In mezzo scorre il fiume.

    Il mio guilty pleasure cinematografico
    Ne ho elencati addirittura 10 in questo mio post: https://wwayne.wordpress.com/2014/06/19/i-10-film-che-tutti-odiano-tranne-me/.

    Un film che odio
    Mulholland Drive. Il peggior film che abbia mai visto.

    Supereroi, strappalacrime o nessuno dei due?
    Strappalacrime, perché i cinecomic mi hanno stufato.

    L’attore/l’attrice che quando lo/la vedo… *WOW*
    Heather Graham.

    Morricone o John Williams?
    Morricone.

    Yasujiro Ozu è: un grande regista giapponese, un condimento simile al wasabi
    Non saprei dire, io e il Giappone siamo come l’olio e l’acqua.

    Il film che mi vergogno di dire che non l’ho mai visto
    Seven.

    Ultimissimo film visto prima di oggi
    3 colpi di Winchester per Ringo, su SKY. Davvero un ottimo film.

    Un film che ti provoca un riso amaro.
    Un sacco bello.

    Scrittore preferito.
    Carmine Abate.

    Un libro, un film o un dipinto che rappresenta al meglio il tuo modo di essere.
    “Il ballo tondo” di Carmine Abate.

    La città dove vorresti vivere.
    Barcellona.

    Frontiere aperte o chiuse?
    L’immigrazione incontrollata è una follia, la chiusura delle frontiere un’opzione troppo controversa. Mi sembra che la soluzione migliore stia nel mezzo: immigrazione sì, ma strettamente controllata, per fare in modo che non entrino in Italia elementi destabilizzanti e che nessun italiano ci marci sopra.

    Teatro o cinema?
    Cinema.

    Sabato o domenica?
    Sabato.

    Il luogo simbolo dell’infanzia.
    Tagliata di Cervia, un incantevole paesino romagnolo in cui torno tuttora con piacere.

    Politica o antipolitica?
    Se Di Pietro fosse ancora sulla breccia ti direi antipolitica. Ma dato che oggi quel settore è rappresentato da Grillo, uno che dice di essere (parole sue) “oltre Hitler”, ti dico politica senza il minimo dubbio.

    Are you fake news?
    Le fake news sono un problema inesistente per chi sa leggere gli articoli con spirito critico: i lettori che hanno questa capacità riconoscono le bufale ad occhio nudo.

    Stand up comedy o Bagaglino?
    Stand up comedy tutta la vita.

    Grazie ancora per il premio! 🙂

    Liked by 1 persona

  2. In qualità di vs. nominatore, mi permetto di rispondere qui nei commenti, così per gioco, alle vs. domande, visto che mi piacciono…
    1.Un film che ti provoca un riso amaro.
    Bella domanda… mi son subito venuti in mente i film di Michael Moore e in particolare Sicko.
    2.Scrittore preferito.
    Direi Calvino.
    3.Un libro, un film o un dipinto che rappresenta al meglio il tuo modo di essere.
    Zelig di Woody Allen
    4.La città dove vorresti vivere.
    Boston, Massachusetts… ci ho vissuto un mese e ci tornerei assolutamente
    5.Frontiere aperte o chiuse?
    Le frontiere non potranno mai essere chiuse, è un miraggio di chi vede poco più in là del proprio naso
    6.Teatro o cinema?
    Cinema, beh si capisce
    7.Sabato o domenica?
    Sabato, ma ancora meglio il venerdì sera, quando è finita la settimana lavorativa…
    8.Il luogo simbolo dell’infanzia.
    La piazzetta in cui giocavamo a calcio con gli amichetti, usando un porticato ad arco come porta
    9.Politica o antipolitica?
    Sono antipolitica e anti-antipolitica
    10.Are you fake news?
    Preferisco tacere che dire cose false o non verificate
    11.Stand up comedy o Bagaglino?
    ovviamente la prima…

    Liked by 1 persona

  3. 01. Fiori d’acciaio e in genere tutti quelli di Anna Magnani
    02. Bohumil Hrabal, credo
    03. Non riesco a rispondere nemmeno se ci provo con un giardino
    04. Non l’ho ancora trovata
    05. Mi piacciono i concetti di frontiera, alterità, limite, tanto fecondi quanto feroci. E mi fermo qui.
    06. Un tempo avrei scelto il teatro
    07. Domenica mattina, presto presto
    08. Un albero di robinia
    09. Ah, se ci capissi qualcosa…
    10. Dubito e relativizzo così tanto che forse fa poca differenza
    11. Preferisco la comicità involontaria, la trovo sublime

    Liked by 1 persona

    • 1) La citazione che ti rappresenta?
      Quella di Winston Churchill quando un giornalista gli chiese come avesse fatto a mantenersi sempre in buona salute. Lui rispose “No sport!”

      2) Futuro o passato? (escludendo il presente). Forse un futuro senza dimenticare troppo di alcuni elementi passati.

      3) Essere o avere? Essere.

      4) I tre colori che preferisci? Rosso, verde e nero.

      5) Biro blu o biro nera? Biro blu.

      6) Rosso BIC o rosso STAEDTLER? Rosso BIC

      7) In quale animale ti identifichi? (compresi quelli estinti). In un Campidoglio.

      8) Se fossi un soprammobile,quale saresti in questo periodo della tua vita? (io una boule de neige). Probabilmente un centrotavola

      9) Bicicletta o corsa? Bicicletta.

      10) Sogni o sei desto? Un po’ l’uno un po’ l’altro.

      11) Che domanda mi faresti? Perché hai pensato a una domanda del genere?

      11bis) Se non hai domande da farmi che domanda ti faresti

      Lorenzo.

      Liked by 1 persona

      • Carissimo Lorenzo,l’identificazione nel centrotavola è strepitosa!!! Grazie per aver risposto alle mie domande 😊 Perché nella domanda 11) chiedo di farmi una domanda? Per rispetto del tempo altrui e per riconoscenza. Se chiedo tempo,mi sembra giusto restituirne. Se chiedo di aprire delle porte,sarebbe ingiusto non aprire la mia. Ciao Lorenzo! Piacere di averti conosciuto…ogni volta che metterò un centrotavola,mi verrai in mente ☺️ Ti auguro una splendida giornata 🤗🤗🤗 P.S. Hai un nome bellissimo 😉

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...